/The Climate Store

The Climate Store

Felix, il più importante marchio alimentare svedese, ha ideato il The Climate Store, un negozio in cui i prezzi dei prodotti sono valutati in base al loro impatto sul clima: più sono le emissioni di anidride carbonica, maggiore è il prezzo.

In termini di impatto sul clima, la produzione alimentare è responsabile di circa un quarto delle emissioni mondiali di gas serra. Ma  nonostante la sempre maggiore consapevolezza dei consumatori su tali impatti ambientali negativi e il desiderio di fare scelte migliori, può essere difficile sapere quali siano davvero gli alimenti migliori per l’ambiente.

Per questo l’azienda Felix, di proprietà di Orkla Foods, qualche giorno fa ha inaugurato il primo negozio climatico al mondo nel centro di Stoccolma. Il The Climate Store è un negozio in cui la valuta è l’equivalente di anidride carbonica (chiamata CO2e) e i clienti hanno un budget settimanale di 18,9 kg CO2e. Il prezzo dei prodotti in questo modo evidenzia il vero impatto della produzione alimentare sul clima, mostrando a prima vista differenze tra l’impronta ambientale degli alimenti di origine vegetale (basso impatto) e dei prodotti animali (alto impatto).

“Sarà entusiasmante vedere come reagiranno i clienti con la valuta CO2e e vedere se riescono a rimanere entro il loro budget settimanale”, ha detto Thomas Sjöberg, direttore marketing di Felix. “Penso che aprirà gli occhi a molte persone vedere come certe scelte influenzano ciò che possono permettersi di avere nella stessa busta della spesa.”

Il progetto The Climate Store, fa parte dell’impegno di Felix nel spiegare la connessione tra i prodotti che mangiamo e il loro impatto sul clima. L’impronta climatica di tutti i prodotti venduti dal marchio Felix è riportata sul sito dell’azienda, e all’inizio di questo autunno il marchio ha lanciato una nuova etichetta climatica per i soli prodotti ad “Impronta climatica bassa”.