Il Decreto Legge del 17 marzo 2020 n. 18 ha introdotto proroghe dei termini di adozione dei rendiconti annuali 2019 e dei bilanci di previsione 2020-2022. Il Governo prevede, al primo e al secondo comma, il differimento di una serie di termini riguardanti l’approvazione delle modifiche statutarie di adeguamento al D.lgs. 117/17 e smi., il cosiddetto Codice del Terzo Settore. Allo stesso modo, il comma terzo della citata norma stabilisce che, per l’anno in corso, è ammessa la possibilità di approvare bilanci entro la data del 31 ottobre 2020.

Questa possibilità riguarda gli enti per i quali la scadenza del termine di approvazione dei bilanci ricade all’interno del periodo emergenziale, dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020 e la cui durata viene stabilita di 6 mesi. Gli enti interessati dall’art. 35 sono:

–      Le organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte negli appositi registri (di cui all’articolo 10, del decreto legislativo 4 dicembre 1997. n. 460);

–      Le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri regionali e delle province autonome di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266.

–      Le associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e delle province autonome di Trento e Bolzano di cui all’articolo 7 della legge 7 dicembre 2000, n. 383.

Gli enti interessati dall’art. 35 infatti sarebbero tenuti a riunire gli organi competenti per procedere all’approvazione dei bilanci, ma tale evenienza è espressamente vietata dai tre precedenti decreti emanati dal Presidente del Consiglio in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le disposizioni urgenti e indifferibili contenute nell’art. 35 del Decreto n. 18-2020 sono immediatamente attuabili e prorogano i termini previsti dalla Legge regionale 16 marzo 1994, n.11 “Norme di attuazione della legge quadro sul volontariato” (art. 3 comma 1) e dalla legge regionale 18 dicembre 2007, n. 39 “Norme di attuazione della legge 7 dicembre 2007, n. 383. Disciplina delle associazioni di promozione sociale” (art. 5 comma 1).

Pertanto, alla luce delle disposizioni di cui all’art. 35 del decreto n. 18-2020, si intendono prorogati al 30 novembre 2020:

–      Il termine del 30 aprile 2020 per la trasmissione della documentazione attestante il permanere dei requisiti di cui alla legge regionale 16 marzo 1994, n. 11, art. 3 comma 1;

–      Il termine del 30 giugno 2020 per la trasmissione della documentazione attestante il permanere dei requisiti di cui alla legge regionale 18 dicembre 2007, n. 39, art. 5 comma 1.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here