L’uomo, dopo essere risultato positivo al tampone, ha allertato la Asl di Foggia che ha avviato lo screening degli invitati al matrimonio per tracciare l’eventuale catena di contagio.

 Ci sono anche gli sposi, che vivono a Rimini, tra le persone che sono state messe in quarantena dopo che uno degli invitati al loro matrimonio, un parente prossimo, è risultato positivo al coronavirus. Il matrimonio è stato celebrato il 30 agosto scorso a Foggia. Il capo del dipartimento di igiene dell’Asl di Foggia, Giovanni Iannucci, ha precisato che l’asl foggiana sta gestendo 46 casi riguardanti gli invitati locali che sono «tutti posti in isolamento fiduciario e tutti saranno, nei prossimi giorni sottoposti a tampone».

Gli altri invitati in quarantena risiedono in altre parti d’Italia. «Abbiamo allertato le altre Asl regionali per informare loro della presenza del caso positivi al virus Covid – aggiunge Iannucci – Non solo, abbiamo anche inviato una pec al comune di Foggia dove si è celebrata la cerimonia civile per accertare eventuali contatti e per far procedere alla sanificazione della sala dove si è celebrato il matrimonio. Stesso discorso anche per la sala ricevimenti. Ma non abbiamo ancora ricevuto risposta in entrambi i casi».

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui