/Coronavirus: la GDF di Foggia dona 8.000 litri di alcool etilico alla “Casa Sollievo della Sofferenza”

Coronavirus: la GDF di Foggia dona 8.000 litri di alcool etilico alla “Casa Sollievo della Sofferenza”

di Alessandro Nuzzo

Il comando provinciale della Guardia di Finanza di Foggia su autorizzazione della Procura della Repubblica, ha donato gratuitamente alcool etilico all’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo ed alla ASL della Provincia di Foggia.

Il prodotto devoluto proviene da sequestri effettuati nelle scorse settimane dai finanziari della compagnia di Foggia e Manfredonia nel corso di due distinte operazioni volte a contrastare un traffico illecito di prodotti alcolici immessi sul mercato sul territorio foggiano senza assolvere gli obblighi fiscali dovuti.

Così, in relazione allo stato di emergenza da Covid-19 in cui versa la Regione Puglia e tutto il territorio nazionale, e data la carenza di reperire sul mercato alcool o disinfettanti, il comando provinciale ha deciso di rimettere all’uso dell’ASL e della Casa Sollievo della Sofferenza, l’alcool sequestrato per essere impiegato alla realizzazione di preparazioni galeniche disinfettanti e antisettiche.

Dopo aver preso questa decisione, si è proceduto con le dovute prassi burocratiche. Si è prima richiesto il nulla osta alle autorità competenti, poi si è proseguito con il dissequestro del prodotto e disposto la cessione gratuita nelle seguenti quantità:

Litri 8.000 all’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, parte di un sequestro della Compagnia di Manfredonia di 32.500 litri di alcool;

Litri 1.430 al Servizio farmaceutico dell’ASL della Provincia di Foggia, sequestrati dalla Compagnia di Foggia.

Il trasferimento è già avvenuto sotto scorta dei militari della Guardia di Finanza che hanno trasportato il contenuto dal deposito giudiziario al nosocomio di San Giovanni Rotondo e al Servizio Farmaceutico della ASL di Foggia.

Si tratta di una lodevole iniziativa che dimostra ancora una volta la vicinanza del corpo della Guardia di Finanza al personale sanitario impegnato in prima linea in questa dura lotta al covid-19.