I cittadini sono in difficoltà ma noi non giriamo la testa dall’altra parte: ci sono persone che soffrono, sofferenze psicologiche e materiali; c’è chi inizia ad avere serie difficoltà economiche per l’acquisto di generi alimentari e farmaci. Per questo abbiamo lavorato intensamente per varare un provvedimento di grande impatto, con il coinvolgimento dei sindaci, nostre sentinelle sulle comunità locali”

“Ho firmato un Dpcm che dispone 4,3 miliardi. A questi si aggiungono 400 milioni che destiniamo ai Comuni, con il vincolo che siano destinati all’acquisto di generi alimentari di prima necessità come buoni spesa. Che nessuno si senta solo”, conclude Conte. Altre misure riguardano i lavoratori (cassa integrazione e bonus per lavoratori autonomi). “La ministra Catalfo e l’Inps stanno lavorando senza sosta”, precisa. “Vogliamo che tutti i beneficiari della cassa integrazione sia nella condizione di accedervi entro il 15 aprile. Anzi, se possibile anche prima”. “

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui